Photo: Sissa Micheli

Photo: Sissa Micheli

SISSA MICHELI

B5

Born 1975 in Bruneck, South Tyrol, Italy. Lives and works in Vienna.

Déodat de Dolomieu, 2018
Archival pigment print
Courtesy Galleria Alessandro Casciaro

B4

Dolomieu, 2018
Opera in tre atti (23.6.)
Libretto e concetto di Sissa Micheli
Musica di Georg Malfertheiner
Courtesy Galleria Alessandro Casciaro

Gli ultimi lavori multimediali di Micheli segnano uno spostamento tematico verso problematiche legate alla percezione della natura, all’ontologia del paesaggio e alla comprensione della scienza. Il più recente, concepito apposta per la Biennale Gherdeina VI, è un tour de force performativo. Si tratta di Dolomieu, una grandiosa opera lirica in tre atti per voci e orchestra con la partecipazione di 15 cantanti solisti e un coro, messa in scena eccezionalmente sui balconi della zona pedonale di Ortisei nel corso della serata d’inaugurazione della Biennale. In questo lavoro maturo – libretto della stessa Micheli e musica di Georg Malfertheiner – l’artista racconta la vita avventurosa e le pionieristiche imprese del geologo francese Deodat Dolomieu, il “Padre delle montagne pallide”, dal quale le Dolomiti prendono il nome. Ancora una volta Micheli mette in mostra tutte le sue strabilianti capacità di scrittura, un insieme di esaurienti ricerche e grande talento narrativo, nonché compiute doti drammaturgiche, che danno vita a una dinamica interpretazione della vita e delle opere di uno scienziato già ammirato da Alexandre Dumas. 

 
Circolo Biennale Gherdeina VI-4080.jpg

B4

Mountain Phenomenon, 2014
three-chanal video installation
Courtesy Galleria Alessandro Casciaro